';
Preloader logo

Azienda Agricola

E’ proprio l’attività agricola che richiamava gran parte dei braccianti del comprensorio, già a partire dal XIX secolo, a sollecitare la costruzione della primitiva cappella padronale e degli annessi rurali.

L’azienda agricola Villa Corallo, pianeggiante ed irrigua tenuta che dalla strada provinciale 258 arriva a lambire le sponde del torrente Vibrata, occupa una superficie di circa 80 ettari.

La famiglia Di Serafino erede e testimone della migliore tradizione rurale abruzzese, la conduce direttamente avvalendosi di uno staff di tecnici specializzati che monitorano continuamente le varietà colturali e gli standard degli allevamenti.

 

I PRODOTTI

ortaggi, verdure e frutta a lotta integrata;
farine di grani biologici selezionati, macinate a pietra;
olio extra-vergine di oliva biologico, molito a freddo;
carni di bovini di razza marchigiana IGP;
carni e salumi di suini di cinta senese;
uova e pollame allevato a terra

Agricoltura biologica certificata

Fare biologico significa stabilire un patto di  solidarietà con l’ambiente e la natura, producendo in modo sostenibile e responsabile. Nel 2005 l’azienda ha abbandonato l’uso della chimica, preoccupati per le conseguenze che avrebbe avuto su chi vi lavorava e sui consumatori, adottando tecniche di produzione tipiche dell’agricoltura tradizionale (dal  sovescio alle consociazioni, dalle rotazioni alle pacciamature), basate rigorosamente sul rispetto dell’uomo e della terra. Questa scelta di vita, questo cambiamento di rotta nel segno di un’economia sostenibile  nel pieno rispetto della natura e dei cicli colturali, ha dato vita a un nuovo modello di azienda, caratterizzato dalla  valorizzazione etica del consumo, del  lavoro umano  e della  produzione agricola.

Impegno etico

Negli stessi anni della conversione al biologico, iniziammo ad osservare come la costante interazione positiva tra uomo e natura, fondata nel rispetto reciproco, poteva dar voce a certe situazioni sociali che forse solo in questo modo e in questo contesto potevano trovare un aiuto concreto.
In poche parole, iniziammo a dedicarci a quella che oggi viene definita “agricoltura sociale”, che al tempo, proprio come il bio, era un mondo ancora tutto da scoprire.
Con l’aiuto dei servizi sociali, delle istituzioni, degli enti pubblici, e di altre aziende del territorio, nel corso degli anni abbiamo avviato progetti e percorsi di inserimento lavorativo orto-terapeutico per persone socialmente svantaggiate o diversamente abili.

Wedding